Doping meccanico: Voeckler "non sarebbe scioccato" se Lance Armstrong avesse usato un motore

Doping meccanico: Voeckler "non sarebbe scioccato" se Lance Armstrong avesse usato un motore Posted on gennaio 31, 2018Leave a comment

Thomas Voeckler ha parlato del doping meccanico, dicendo che è convinto di aver corso contro piloti usando motori nascosti e che non sarebbe sorpreso se Lance Armstrong avesse ingannato in questo modo.

Articoli correlati

Il francese ha posto fine alla sua carriera di 17 anni alla fine del Tour de France 2017 e si prepara a fare il suo debutto come esperto per l'emittente francese France Télévisions il mese prossimo.

Voeckler ha attraversato un'era travagliata in bicicletta come lo sport non è riuscito a ripulirsi sulla scia del 1998 Festina Affair. Ha sempre negato il doping, ma ci sono stati un certo numero di casi che coinvolgono i suoi contemporanei – tra cui Armstrong – e ora, essendo inizialmente scettico, crede che ci fosse il doping del tipo meccanico, così come il chimico.

"All'inizio Quando ho sentito persone che ne parlavano, ho riso e mi sono detto: "Che cosa hanno trovato ora per danneggiare il ciclismo?", ha detto Voeckler al quotidiano francese Le Parisien .

"Più tardi, vedendo alcuni rapporti, ero convinto che alcuni ci hanno preso per pazzi e usato un motore. "

La questione del doping meccanico è diventata sempre più importante negli ultimi anni. La tecnologia sofisticata è chiaramente esistente e molti sospettano che sia stata utilizzata nelle più grandi corse dello sport. L'UCI ha intensificato i test per includere le scansioni usando un dispositivo tablet – sebbene i punti interrogativi siano stati sollevati per la sua efficacia – e David Lappartient ha reso la questione una parte fondamentale della sua campagna mentre ha sconfitto Brian Cookson per diventare il nuovo presidente dell'UCI a settembre .

Oltre ai ciclisti dilettanti, Femke van den Driessche è finora l'unico pilota ad essere stato catturato con un motore nascosto. Il ciclista belga del ciclocross ha ricevuto un divieto di sei anni dall'UCI nel 2016 dopo che un motore è stato scoperto in una delle sue moto in occasione dei ciclocross di quell'anno.

"Secondo me, non c'è più nulla dal i test sono stati messi in atto ", ha detto Voeckler. "È una forma di doping che non è complicato da sradicare."

Voeckler fu anche chiesto da Le Parisien se credeva che Lance Armstrong avesse usato un motore nascosto. Armstrong è stato spogliato dei suoi sette titoli del Tour de France – tre dei quali vinti alla presenza di Voeckler – dopo aver ammesso di usare l'EPO e altre sostanze vietate, ma vi sono sospetti che possa aver drogato anche meccanicamente. Armstrong ha negato categoricamente tali accuse

"Armstrong l'ha usato? Con lui, non sarei più scioccato da nulla", ha detto Voeckler.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *